sabato 26 gennaio 2013

Carnevale..tempo di frittelle!




Eccomi.
Sono stata assente per un po', è vero..ma a volte la vita ti complica la vita :)
Il carnevale qui nelle terre veneziane resta un evento sentito al punto da diffondere i suoi profumi e i suoi colori in ogni giornata..come ignorare il suo richiamo?
Per questo ho deciso di preparare con voi una delle ricette tipiche di questi giorni di festa: le frittelle alla veneziana.
Ingredienti immancabili di questa delizia sono i pinoli, l'uvetta sultanina e la grappa.
Vorrei aprire una parentesi proprio qui..e infilarci qualche riflessione su quest'ultima.
La grappa è un distillato e quindi un alimento libero per i celiaci; attenzione però che esso deve essre PURO, cioè privo di aromi, additivi o coloranti. Per fugare ogni dubbio consultate il sito dell'AIC, in particolare qui.
Mi preme ricordare che lo zucchero in cui rotolare le vostre frittelle una volta pronte deve essere rigorosamente semolato!Che non vi veda utilizzare lo zucchero a velo..se lo fate siate coscienti del fatto che le vostre frittelle potranno essere buonissime, ma non alla veneziana :)
Procediamo.


INGREDIENTI (per circa 15 frittelle medio-piccole)

Attenzione!
Prima di usare gli ingredienti previsti dalle ricette, verificate SEMPRE il prontuario dell'Associazione Italiana Celiachia e fare attenzione alle contaminazioni durante la preparazione, la cottura e la presentazione.


- 250 gr di farina senza glutine per impasti lievitati
- 75 gr di zucchero semolato
- 2 uova
- 120 ml di latte
- 1/2 bustina di lievito
- 1 limone
- 1 bicchierino di grappa
- 50 gr di uvetta
- 50 gr di pinoli
- zucchero semolato
- olio per friggere
- sale

Mettere a bagno l'uvetta in acqua tiepida per almeno mezz'ora.
Rompere le uova in una terrina capiente e aggiungere lo zucchero. Lavorare con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.
Aggiungere la scorza grattugiata del limone, il latte, la grappa e un pizzico di sale.
Lavorare bene e poi aggiungere lentamente la farina setacciata con il lievito, lavorando sempre con le fruste elettriche e facendo ben attenzione a non formare grumi.





Mettere a riposo l'impasto e nel frattempo scaldare abbondante olio (almeno un litro) in una pentola dai bordi alti.
Quando l'olio  è ben caldo (fate la prova con uno stecchino di legno..una volta immerso deve fare le bollicine), tuffatevi delle piccole quantità di impasto aiutandovi con un cucchiaio.La grandezza giusta è quella di una noce..le frittelle si gonfiano e si cucinano bene all'interno.
Fatele girare spesso e scolatele con una schiumarola quando saranno ben dorate.
Lasciatele asciugare su della carta assorbente e poi rotolatele nello zucchero semolato.




Buon Carnevale!



 

5 commenti:

  1. Hanno un aspetto magnifico e scommetto anche il sapore!
    Avresti un suggerimento per chi, come me, non tollera la grappa?

    RispondiElimina
  2. Ciao!
    Se la tua intolleranza è legata all'acquavite puoi sostituirla con del rum..spero di aver risolto il problema..:)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. No, assolutamente lo zucchero a velo no!
    Quim non si fanno con uvetta, pinoli e grappa, ma sono certa che non ne potrei più fare a meno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E da te come si fanno?Io adoro le frittelle..in tutte le salse :)

      Elimina